Fumo Blu arriva al Metastasio

fumo blu metDall’8 al 24 maggio 2015 andrà in scena al teatro Magnolfi di Prato, Fumo Blu, il testo di Gherardo Vitali Rosati prodotto dal Teatro Metastasio – Stabile della Toscana. In scena: Silvia Frasson e Daniele Bonaiuti, diretti da Andrea Paciotto. Lo spettacolo sarà poi in scena a Spoleto dal 2 al 5 luglio 2015.

Fumo Blu racconta l’instabilità e la confusione del nostro tempo dal microcosmo di una giovane coppia. Fra spassose incomprensioni, litigi quotidiani, ricordi d’infanzia e tentativi falliti di dare una “svolta” alla propria vita, emergono le debolezze dei due protagonisti. Al centro, il forte conflitto tra le loro grandi ambizioni, forse rivolte in direzioni sbagliate, e l’incapacità endemica di cogliere le opportunità che la vita inaspettatamente sa offrire.

di Gherardo Vitali Rosati
con Daniele Bonaiuti
Silvia Frasson
regia Andrea Paciotto
scenografia Lorenzo Banci
costumi Aurora Damanti
luci Roberto Innocenti
aiuto regista, design video e suono Francesco Domenico D’Auria
assistente alla regia Lisa Lim

Produzione Teatro Metastasio – Stabile della Toscana
Prima rappresentazione assoluta Prato, Teatro Magnolfi Nuovo, 7 maggio 2015
Progetto sostenuto – tramite una Residenza Artistica – da La MaMa Umbria International (2013-14).

PRESENTAZIONE

Uno spaccato nelle vite di due trentenni, alle prese con lavori poco concreti e difficoltà quotidiane. Per raccontare la nostra epoca, Fumo Blu intreccia il passato e il presente di Paolo e Claudia, che provano a vivere di giornalismo e di danza ma sognano maggiori stabilità in casa e sul lavoro. Cresciuti con grandi modelli e ambizioni, ora si scontrano con la realtà e ripensano al loro percorso. Riuscendo a capire qualcosa in più della propria natura. Intrecciando dialoghi e narrazione, il testo fotografa diversi momenti della vita dei due protagonisti. Attimi di leggerezza si alternano con momenti di riflessione, mentre le tragicomiche esperienze del quotidiano lasciano il posto a un sogno ricorrente. Sembra un incubo, ma ha un che di piacevole e invitante, come la vita in cui sono immersi Claudia e Paolo. I due si muovono in una scenografia evocativa, mentre le videoproiezioni che prendono forma su una grande vetrata contribuiscono a suggerire spazi e atmosfere, scandite da musiche e suoni che trasportano i personaggi e il pubblico attraverso i tempi e luoghi dello spettacolo. Fumo Blu si è sviluppato grazie a un progetto di Residenza Artistica presso La MaMa Umbria International con serie di letture sceniche presentate a Spoleto, Firenze e New York (in inglese).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.